Il Vitello Tonnato, ma senza la maionese (eh eh…)

IMG_0784

Altra ricetta anti-caldo, perfetta da fare in anticipo! Non è così lunga come sembra e non va acceso alcun forno, la carne viene solo lessata e già qui mi sembra una gran cosa!

L’originale vitello tonnato non è con la maionese, ma con una salsa fatta grazie anche al brodo che rimane dopo la cottura della carne. Chi l’avrebbe detto eh? Ed è mille volte più buona così, nonostante io con la maionese potrei farci pure il bagno da quanto mi piace!

Nota sul tonno: mi raccomando usate solo quello a tranci interi o a filetti, che è tutta un’altra cosa rispetto alla scatoletta tonda ( dove viene messo un po’ di tutto e non si capisce neanche che pesce stiamo mangiando..). E, of course, tonno con il marchio dolphin safe, che dovrebbe tutelare i delfini…

Ovviamente il mio macellaio, come gli nomino il nome tecnico di un taglio di carne, mi guarda sempre sornione (e anche un po’ a presa di culo..) “O icchè tu ci devi fare, stavolta??”.

Eh, cose meravigliose.

INGREDIENTI (per 4-5 persone)

Carne:

  • 800 g di magatello di vitello (fatevelo legare dal macellaio)
  • 1 costa di sedano
  • 2 carote
  • 1 cipolla grande
  • 1 spicchio aglio
  • prezzemolo
  • 2 chiodi garofano
  • 2 foglie alloro
  • 1 bacca ginepro
  • 1 cucchiaio di olio
  • 1 cucchiaino di aceto di vino bianco 
  • 1/2 bottiglia vino bianco (io ho usato della vernaccia di San Gimignano)

Salsa:

  • 3 tuorli di uova sode
  • 1 cucchiaio di capperi 
  • 3 acciughe
  • 200 g di tonno (in olio o naturale) 
  • succo mezzo limone
  • brodo di cottura q.b.

LA CARNE

Fate marinare la carne con 1/2 litro di vino bianco fino a coprire (se non vi basta il mezzo litro, andate di acqua), alloro, chiodi garofano (piantateli nella cipolla, possibilmente con cattiveria), ginepro, aglio, cipolla, carote, sedano, un ciuffo di prezzemolo e un pizzico di sale e pepe. Mettete in frigo per almeno 4 ore (se non avete tempo potete saltare questa parte, il risultato sarà comunque buono). Se non avete tutte le spezie, fregatevene: sarete meno fighi, certo, ma sopravviverete…(io a dir la verità aggiungo pure qualche seme di senape, ma mi sembrava davvero troppo caricarvi con questo peso!).

Mettete sul fuoco una pentola più lunga che larga con il liquido della marinata e tutto il resto ad eccezione della carne. Aggiungete 1 litro di acqua, il cucchiaio d’olio e il cucchiaino di aceto.

Portate a bollore a fiamma alta e, quando l’acqua bolle, aggiungete la carne e abbassate la fiamma al minimo. Coprite con un coperchio.

Cuocete per 1 ora e mezzo circa (verso la fine assaggiate il brodo e correggete di sale, ma non troppo perchè andrà poi aggiunta la salsa).

Lasciate raffreddare la carne nel suo brodo e poi mettetela in frigorifero, conservando a parte anche il brodo di cottura filtrato. 

LA SALSA

Lessate le uova per 8-10 minuti.

Nel bicchiere del minipimer unite il tonno, i capperi, le acciughe, i tuorli sodi e il succo di mezzo limone e aggiungete a poco a poco l’olio (circa 2 cucchiai) e il brodo (a me sembra di averne messo circa 12-15 cucchiai, ma vedete voi) fino ad ottenere una consistenza cremosa, liquida ma non troppo. Aggiustate di sale e pepe.

E FINALMENTE…

Tagliate la carne a fettine sottili (non importa che siano millimetriche, anzi..) e distribuitevi sopra la salsa, guarnendo con qualche cappero e qualche foglia di prezzemolo se piace. Mettete in frigo per almeno un’ora.IMG_0785IMG_0786

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.